Cerco una soluzione per...

ridurre i tempi di accesso.

Un cliente felice

La University of Texas Medical ha tagliato i tempi di accesso “da alcuni minuti a pochi secondi”.
Scopri Come

Scopri come funziona

Un’azienda ospedaliera ha ridotto i tempi di accesso dell’87%. In che modo?
Guarda Il Video

Fermare la corruzione dei profili

Desiderate ridurre il problema di profili danneggiati? Scoprite come ci è riuscita la Deakin University.
Leggi Il Case Study
Tempi di accesso ridotti

I tempi di accesso contano

È vero. Secondo una ricerca, dopo un’attesa di 30 secondi il 71% degli utenti si dedica ad attività personali che si protraggono poi fino a cinque minuti. Questo comporta per l’azienda perdite in termini di tempo e denaro, e lascia i dispositivi esposti a violazioni alla sicurezza.

Oltre alla minore produttività degli utenti, i tempi di attesa prolungati possono avere un effetto negativo sull’accettazione da parte degli utenti della virtualizzazione dei desktop e generare un incremento nelle chiamate al service desk. Riducendo i tempi di accesso potete migliorare la fiducia degli utenti nei confronti dell’IT, ridurre i costi e migliorare la produttività.

Eliminare le cause dei tempi di accesso lunghi

Le principali cause di tempi di accesso lunghi sono profili di roaming tradizionali, script di accesso e Group Policy Object. Eliminandole potrete offrire agli utenti un accesso più rapido. Come? Leggete la scheda tecnica.

Gestione IT semplificata
La gestione centralizzata e semplificata dei criteri permette di applicare simultaneamente le azioni di accesso, eliminando la necessità di caricare in sequenza script di accesso lunghi e complessi.
Group Policy Object (GPO) sotto controllo
Quando la complessità GPO diventa difficile da controllare, i tempi di accesso si dilatano e tra gli utenti dilaga il malcontento. Sostituite i GPO con azioni rapide e on-demand.
Granularità
Utilizzando criteri granulari invece di pesanti script di accesso potete velocizzare gli accessi e fornire più controllo all’IT.
Personalizzazione just-in-time
Invece di applicare un profilo con dati in eccesso al momento dell’accesso, eseguite la personalizzazione just-in-time direttamente durante sessione stessa.
Eliminare il danneggiamento dei profili
I profili monolitici memorizzati al momento della disconnessione sono suscettibili a danneggiamento. Piuttosto, salvate e ripristinate la personalizzazione solo se richiesto.

Il ruolo di Ivanti

Grazie alle soluzioni Ivanti, non dovrete più utilizzare i tradizionali profili utente pesanti, script di accesso poco flessibili e complessi Group Policy Object. Il tutto a vantaggio dei tempi di accesso. Gli utenti possono mettersi al lavoro più rapidamente, si rivolgeranno al service desk con minor frequenza e diventeranno grandi sostenitori dell’IT.

Environment Manager
Environment Manager è uno strumento di gestione delle policy e della personalizzazione che permette all’IT di personalizzare il desktop di ogni utente, on-demand e senza dover ricorrere a pesanti profili o script, anche in ambienti con desktop standardizzati.

Accesso più rapido

Con Environment Manager, gli utenti possono mettersi subito al lavoro, con tempi di accesso rapidi.

Stop agli script di accesso e ai GPO

Environment Manager separa i dati utente dall’ambiente desktop e li gestisce in modo indipendente dal dispositivo. Un motore ad elaborazione parallela con semplice funzionamento basato su selezione e clic centralizza la gestione dei criteri senza ricorrere a script di accesso o GPO.

Stop ai profili danneggiati

Invece di ricorrere a profili utente monolitici soggetti a danneggiarsi, Environment Manager memorizza le impostazioni utente in base al singolo utente e all’applicazione, in un’infrastruttura altamente scalabile per la personalizzazione on-demand diretta per qualsiasi piattaforma Windows.

Criteri contestuali

Environment Manager sostituisce i pesanti script di accesso con criteri granulari che vengono applicati in base al contesto. L’utente accede quindi rapidamente e ritrova un desktop sempre coerente. 

Definizione semplificata dei criteri

Il personale IT può definire criteri granulari che si adattano al contesto, con un’interfaccia scalabile basata su semplice selezione e clic. Inoltre, Environment Manager acquisisce tutte le personalizzazioni che gli utenti apportano al sistema operativo e alle applicazioni.

Rollback delle impostazioni utente

Le funzionalità di rollback self-service di Environment Manager permettono di ripristinare lo stato preferito per le impostazioni di applicazioni e desktop. Non sarà più necessario eliminare profili danneggiati e si evitano i tempi di inattività che ne conseguono. 

Addio tempi di attesa

Riducete le cause di distrazione e irritazione